Libri


LUCA FASSINA
Vanadium – La biografia ufficiale
Crac Edizioni

Around the World


NIDHöGGR
Ragnarök
Lake of Fire Productions/
Craneo Negro Record

Top Album


METATRONE
Eucharistmetal
Rockshot


DARKEND
The Canticle of Shadows
Non Serviam Records


ANAMNESI
Erimanto
Misanthropic Art Prod.

Album


DOMINANCE
XX The Rising Vengeance
Sliptrick Records


SUSHI RAIN
Cocktail
Jackson Records


TRINAKRIUS
Introspectum
Pitch Black Records


SCALA MERCALLI
New Rebirth
Art Gates Records


EVERSIN
Flagellum Dei
My Kingdom Music


STEEL FLOWERS
Kleptocracy
Red Cat Records


EPHYRA
Along The Path
Bakerteam Records


SAILING TO NOWHERE
To The Unknow
Bakerteam Records


HOMSELVAREG
Catastrofe
Sliptrick Records


VINTERBLOT
Realms of the Untold
Nemeton Records


ENIO NICOLINI
Heavy Sharing
Buil2Kill Records


AT THE DAWN
Land In Sight
Bakerteam Records


ODYSSEA
Storm
Diamonds Prod


AGHAST AFTERGLOW
Imaging
Revalve Records

Demo e Autoproduzioni


THE JULIET MASSACRE
Human Abuse
Autoprodotto


THE HILLNOISE
My Sleeping Butterfly
Autoprodotto/Club Inferno


ILIOS
Demo 2015
Autoprodotto


Clinic Paul Gilbert - Lavis (TN) - 17.11.2011

Riuscita clinic del mitico chitarrista americano Paul Gilbert, quella che si è tenuta nell’ampio pub "Officina Gambrinus", alla periferia di Trento. La serata, organizzata ad ingresso gratuito, dal noto negozio di strumenti musicali La Pietra Music Planet (in collaborazione con l’MMI di Trento), ha registrato una grande affluenza di pubblico, nonostante fosse stata inizialmente concepita come per "pochi intimi".

La prova offerta dal talentuoso guitar hero è stata ovviamente impeccabile sul piano tecnico, per la gioia dei numerosi musicisti presenti in sala. Gilbert ha saputo catturare l’attenzione non solo con la sua indiscussa capacità musicale, ma anche con una buona dosa di simpatia. Ne è nato così uno spettacolo accattivante, nel quale il protagonista ha "raccontato" e passato in rassegna il suo background musicale. Coinvolgimento totale dunque, perché oltre a mostrare fra un brano e l’altro, interessanti tecniche chitarristiche come "plettrata alternata", "legato", "tapping" o "hammer on", Gilbert ha interpretato alcuni brani della sua crescita musicale, svelando trucchi e segreti del mestiere, dispensando consigli, energia e tanto feeling. Potendo contare sul prezioso supporto della moglie Emi alle tastiere, di Luca Nicolasi al basso e Gabriele Palazzi alla batteria, Gilbert ha così snocciolato una variegata scaletta, spaziando su più generi, composta da cover di Rush, ZZTop, Beatles, Doors, Judas Priest, Deep Purple e Steppenwolf, con una puntatina fugace (solo su precisa richiesta del pubblico) in "casa propria" con Mr.Big e "Technical Difficulties" dei Racer X. Prima di lasciare il palco e concedersi per foto e autografi di rito, un ultimo messaggio ai giovani musicisti: "Se suonate della musica, siate il più creativi possibile. Scegliete delle canzoni semplici e imparatele divertendovi". I riflettori si spengono, il concerto è finito, la lezione è stata impartita e tutti si sono divertiti...