Athlantis – dopo dieci anni esce “Metalmorphosis”

Athlantis

Dopo dieci lunghi anni di attesa il secondo album degli Athlantisintitolato “Metalmorphosis” vedrà la luce prossimamente sotto etichetta Diamonds Prod. Per ragioni di etica professionale da parte della band, il disco è stato riregistrato con suoni piu’ accurati e in linea con i tempi che corrono e con nuovi elementi nella line-up.

“Metalmorphosis” era stato originariamente registrato nel 2007 ai Nadir Music Studios per uscire da li a breve. Ciò non avvenne e a distanza di ben dieci anni, il mastermind del progetto, ossia il bassista Steve Vawamas (Mastercastle, Ruxt, Odyssea, ex Shadows of Steel) ha deciso di ritornare ai Nadir e riregistrare interamente il disco.

La versione 2017 di “Metalmorphosis” vede in formazione oltre a Steve, Tommy Talamanca (Sadist) alle chitarre e tastiere, Alessandro Bissa (A Perfect Day, Ex-Labyrinth, ex-Vision Divine) alla batteria e infine Alessio Calandriello alle voci (Lucid Dream, La Coscienza di Zeno, e già sul precedente “Chapter IV”)

Diversi ospiti illustri arricchiscono l’album: Trevor dei Sadist sul brano “Nightmare”, Roberto Tiranti nella cover dei Bee Gees “Tragedy” e Stefano Galleano, chitarrista dei Ruxt.

L’album contiene nove brani, questa la track list:

01. Delian’s Fool
02. Battle of Mind
03. Wasted Love
04. Nightmare
05. Devil’s Temptation
06. Angel of Desire
07. No Fear to Die
08. Resurrection
09. Tragedy (Bee Gees cover)

A breve verrà rivelato l’artwork e rilasciato il primo singolo.



Potrebbero interessarti anche...