Elvenking – The Scythe

Forest

Full Length
Power/Folk Metal
AFM/Audioglobe

Di strada, dall’ottimo “Heathenreal” del 2001, gli Elvenking ne hanno fatta davvero tanta. Al quarto album in studio, gli italiani si ritrovano, come credenziali, le seguenti cose: un contratto con la AFM Records, una collaborazione felicissima con il noto produttore finlandese Mika Jussila, esperienze live davvero importanti in tutta Europa, un guest d’eccezione come Mike Wead (King Diamond, Candlemass) ed un successo che cresce in maniera esponenziale ad ogni nuovo album che viene rilasciato. L’ultimo della serie, “The Scythe”, è senza ombra di dubbio il lavoro più ispirato e maturo che la band italiana abbia mai prodotto, una sorta di compendio di quanto già buono fatto in passato e comunque diverso da ogni altro lavoro precedentemente rilasciato. Ora, complice anche il tema centrale del lavoro che è “La Morte”, il sound degli Elvenking è mutato non poco sotto il profilo compositivo, in cui si fanno evidenti rilevanti riferimenti ad atmosfere più oscure e pesanti. La AFM cita, in proposito, addirittura gli In Flames di “Clayman”, in verità “The Scythe” è un disco molto personale che trasforma e rielabora il power folk degli esordi in una proposta più aggressiva e ragionata, ancora tipicamente Elvenking nello stile eppure fortemente originale ed accattivante nella sua riuscita finale. Trovata la quadratura del cerchio, i nostri hanno rilasciato un album decisamente inaspettato e pregno di pezzi memorabili, come l’accoppiata iniziale (“The Scythe”/“Lost Hill Of Memories”) che apre nel migliore dei modi l’album. Anche “Poison Tears”, dal flavour aggressivo e moderno, si segnala come uno degli episodi migliori del lotto, caratterizzato da un refrain pressoché perfetto e da una prestazione vocale di Damnagoras da sottolineare. La seconda parte del disco, probabilmente più folk nei propri rimandi, è anch’essa molto buona e ricca di brani riusciti in pieno come “Romance And Wrath” e la conclusiva e bellissima “Dominhate”. Tutto al meglio delle possibilità, dunque, per gli Elvenking che con “The Scythe” sorprenderanno probabilmente anche i propri fan più sfegatati tanta è la magnificenza di questo lavoro. Un prodotto da incorniciare, reso tale anche dalla produzione perfetta del guru Jussila e dalla splendida cover artwork di presentazione, sicuramente efficace ed inerente al tema elaborato dai nostri nel corso di tutto il disco. Non resta che augurare alla band tutta la fortuna possibile, visto e considerato che è una delle nostre rappresentanti all’estero con più personalità e talento.

Ps: la versione Limited Edition di “The Scythe” comprende una bonus track (“Horns Ablaze”) ed il videoclip della bella “The Divided Heart”.

Tracklist:

01. The Scythe
02. Lost Hill Of Memories
03. Infection
04. Poison Tears
05. A Riddle Of Stars
06. Romance And Wrath
07. The Divided Heart
08. Totentanz
09. Death And The Suffering
10. Dominhate


Contatti e Social Media per Elvenking


Potrebbero interessarti anche...