Ghouls – Prom

Forest
2003
Promo cd
Death Metal
Autoprodotto

Penalizzato da una produzione non proprio completa, questo ‘Promo 2003’ dei capitolini Ghouls dimostra comunque di possedere tutte le carte in regola per mantenere estremamente alto il tasso qualitativo delle compagini italiani in fatto di death metal violento e brutale. L’ex gruppo di Giuseppe Orlando (ora, ovviamente coi Novembre, e responsabile del missaggio di questo promo) ci presenta tre brani molto potenti e diretti che fanno dell’impatto e della velocità i due veri e propri punti di forza della band. Death metal di pura derivazione americana che esplode letteralmente in faccia all’ascoltatore in virtù di una sezione ritmica devastante (dietro le pelli l’Hour Of Penance Mauro Mercurio) e di soluzioni ritmiche e metriche che ben si sposano con l’operato dei mostri sacri del genere. Ferale anche la prova del singer Massimiliano, decisamente bravo nell’interpretare alla perfezione le liriche dei brani in un growl molto potente e distruttivo. Discorso a parte per la coppia d’asce, sicuramente la componente che più di ogni altra risente della produzione dei Subbass Studios: i suoni sulle ritmiche sono troppo saturi e questo, ovviamente, toglie sia pesantezza che spessore al lavoro dei due chitarristi che, comunque, dimostrano di saperci fare. Peccato davvero perché nel complesso il suono di questo ‘Promo ‘2003’ non è assolutamente malvagio e la pulizia riscontrata sui restanti strumenti lo dimostra in pieno. Tornando ai Ghouls… ognuno dei tre pezzi registrati, a suo modo, convince sin dai primi ascolti e non sarà difficile attestare al combo romano una certa dose di qualità in fase di composizione ed padronanza strumentale sicuramente sopra la media. ‘Marquise De Sade’ apre le danze con un piccola serie di stacchi che sono poi il preludio a quello che è un pezzo compatto, ossessivo e martellante. ‘Slut In Black’ e ‘Phallic Soul’ completano l’opera con un lavorio accostabile a quello dei primi Deicide, la prima, ed a quello di compagini lievemente più tecniche la seconda. Il tutto viene eseguito con una certa personalità e con dei cliché che già sono riconoscibili nello stile dalla band. A questo punto aspettiamo vivamente il full length, per ora promossi senza alcuna remora.

Tracklist:

01. Marquise De Sade
02. Slut in Black
03. Phallic Soul


Contatti e Social Media per Ghouls


Potrebbero interessarti anche...