Irreverence – Raise Chaos – Live In Milan

Forest
2016
CD
Thrash Metal
STF Records

Vent’anni non sono pochi, e da che mondo è mondo vale la pena di festeggiare un anniversario del genere e chi se ne frega se si tratta di una band tutto sommato “minore”.
Vent’anni di thrash e attitudine, sfrontatezza e passione condensati in 14 tracce, registrate in occasione del tour celebrativo del 2015, pescando a piene mani dai quattro dischi della band.
Il registro è quello teutonico, Kreator, Sodom, Destruction e compagni hanno ispirato e ispirano il quartetto milanese, che negli anni non ha mai deviato dalla sua scelta di musica e di vita.
Riccardo Paioro (voce, chitarra), Eros Melis (chitarra), Stefano Trulla (basso) e Davide Firinu (batteria) salgono sul palco e riversano fiumi di energia e sudore sul pubblico che, siamo sicuri, avrà apprezzato il massacro sonoro.
Come da copione, i ritmi sono sostenuti e martellanti, la voce di Riccardo graffia come se non ci fosse un domani, aliena da qualsiasi tipo di melodia, le chitarre sferzano e tagliano, la sezione ritmica ci passa sopra senza tanti complimenti… una goduria per il die hard fan del thrash senza compromessi.
Esaurita la scaletta dei loro pezzi, tra cui spicca la tripletta a cavallo di “War Was Won” (con Clod dei Blasphemer come ospite), i nostri si fanno raggiungere sul palco da Mauro Codeluppi per una coppia di cover dei Raw Power; è poi la volta di Gerre per una cover, indovinate un po’, dei Tankard! Il pubblico apprezza e balla, Gerre incita e saluta, tutti si divertono, ma come sempre arriva anche il momento di salutarsi, ed è “Aces Of Spades” dei Motorhead, più che una canzone un’inno alla rock’n’roll way of life.
Probabilmente “Raise Chaos – Live In Milan” non farà sfracelli di vendite, ma nell’insieme l’operazione ha il suo valore, concentrato tutto attorno alla passione per la musica thrash, e ad una resa della dimensione live davvero riuscita.

Tracklist:

01. Intro
02. Elements of Wrath
03. The Shepherd Dog
04. War Was Won
05. Shreds of Humanity
06. The Dark Fields
07. Divine Hideout
08. Slaughter of the Innocents
09. React, Reborn
10. Not One of Them
11. Politicians
12. State Oppression
13. (Empty) Tankard
14. Ace Of Spades


Contatti e Social Media per Irreverence


Potrebbero interessarti anche...