Midnight Sin – Never Say Never

Forest
2016
Mini cd
Sleazy
Autoprodotto/Bakerteam

Sarà sempre vero che il sesso vende, ma ascoltando i Midnight Sin, mi chiedo se il genere umano non sia ormai maturo per lasciarsi alle spalle certi trucchetti per attirare l’attenzione.

Di certo il quartetto in questione (Albert Fish – vocals, LeStar – lead guitar, Acey Guns – bass, Dany Rake – drums) sembra vivere ancora vent’anni fa, quando Motley Crue, Poison e affini la facevano da padrone.

Appunto, “la facevano”… però una band che sa suonare, sa cantare e anche mettere assieme un riff e un refrain accattivanti, potrebbe fare a meno di una immagine a mio avviso fin troppo abusata e sessista.

Una traccia, “Never Say Never” molto sleazy, un’altra BJ@Job più orientata ai Guns ‘n’ Roses, una cover ben fatta dei Rolling Stones compongono un biglietto da visita molto chiaro, se mai servisse per una band che ha intitola il suo debut “Sex First”.

Immagino che mi starò sbagliando, che a tutti piace il rock ‘n’ roll e a tutti piace il sesso (…ehm) per cui i Midnight Sin avranno un successo straordinario.

Perfetto, ma io credo proprio che passerò, grazie lo stesso (e, per la cronaca, anche a me piacciono le cose di cui sopra).

Tracklist:

01. Never Say Never
02. BJ@Job
03. Satisfaction


Potrebbero interessarti anche...