Presto Ballet – The Lost Art Of Time Travel

Forest

Full Length
Prog Rock
Prog Rock/SPV

Si scrive Presto Ballet ma si legge Kurt Vanderhoof. Il leader del colosso americano Metal Church ha infatti fondato questo side project nel 2004 per dare libero sfogo alla sua smisurata passione per il progressive rock degli anni ’70 e ‘The Lost Art Of Time Travel’ è già la seconda release ufficiale rilasciata. Un prodotto decisamente buono, non c’è dubbio, che sicuramente deve molto a gente come Genesis, Kansas, Yes, Rush ma che tuttavia mantiene un’identità personale alquanto rimarcata. Tutte le composizioni proposte sono maestosamente architettate per dar vita a momenti di puro e incontrastato progressive rock melodico e alquanto tecnico: ‘Thieves’, ‘I’m Not Blind’ e ‘You’re Alive’, presi a titolo d’esempio, riflettono tutto l’amore di Vanderhoof per il genere in esame, mentre ‘Haze’ percorre strade leggermente meno personali e più derivative. Nel complesso comunque, ‘The Lost Art Of Time Travel’ è un prodotto di una solidità concettuale imbarazzante, dove storia e passione convergono amabilmente in un lungo ed emozionante viaggio sonoro targato Presto Ballet.

Tracklist:

01. The Mind Machine
02. Thieves
03. You're Alive
04. One Tragedy At A Time
05. I'm Not Blind
06. Easy Tomorrow
07. Haze


Contatti e Social Media per Presto Ballet


Potrebbero interessarti anche...