Sailing to Nowhere – To The Unknow

Forest
2016
Full Length
Power Metal
Bakerteam Records

Se gli At The Dawn vedevano in lontananza una terra incognita avvicinarsi, i Sailing To Nowhere si lasciano quella terra alle spalle per spingersi verso l’ignoto.
A parte il filosofeggiare su due cover molto simili, i Sailing To Nowhere, giovane band romana al debutto, in realtà non si addentrano in territori sconosciuti, ma preferiscono battere le rotte già tracciate e percorse da tante e tante band prima di loro, adagiandosi su un power metal melodico, discretamente riuscito e suonato, con due cantanti, Marco Palazzi (ex Kaledon) e Veronica Bultrini.
Sono della formazione anche Andrea Lanzillo e Luca Giuliani (chitarre), Livia Capozzi (tastiere), Carlo Cruciani (basso) e Giovanni Noè (batteria).
Come esordio, “To The Unknow” è un disco a luci ed ombre, si intravedono buone potenzialità ma anche limiti da superare e asperità da limare.
L’opener “No Dreams In My Night”, ad esempio, è un buon brano, in cui la doppia voce di Marco, a tratti ruvida come quella di Hansi Kursh si alterna bene a quella di Veronica. La struttura del brano è equilibrata e gli arrangiamenti sono riusciti, grazie anche al contributo dell’ospite Valentina De Iuliis alle tastiere. La sezione solista del brano, ahimè, non brilla, attestandosi su una sufficienza risicata sia per scrittura che per esecuzione.
Prendiamo poi “Fallen Angel”, power ballad più che discreta in cui i blast beats a tappeto dei soli (qui invece più buoni) stridono assai.
Power song classiche sono “You Won’t Dare” e la title track… qui i Sailing To Nowhere lavorano bene. Mi chiedo invece se i nostri hanno valutato bene il numero di ballad da inserire nella tracklist, dato che troviamo ben tre; “Lovers on Planet Earth” è canonica, “Strange Dimensions”, leggermente più robusta, in realtà non ha le potenzialità per sfruttare ospiti di lustro come Terence Holler e David Folchitto, “Sweet Rain” va meglio, ma siamo a originalità zero o quasi.
Interessante in chiusura la cover di Anastacia, ben arrangiata e con una prova più che buona di Veronica.
Attendiamo i Sailing To Nowhere al ritorno dal loro viaggio, carichi di nuove idee che permettano loro di spiccare davvero il volo.

Tracklist:

01. No Dreams in My Night
02. Big Fire
03. Fallen Angel
04. Lovers on Planet Earth
05. You Won’t Dare
06. Strange Dimensions
07. Sailing to Nowhere
08. Sweet Rain
09. Left Outside Alone (Anastacia cover)


Contatti e Social Media per Sailing to Nowhere


Potrebbero interessarti anche...