Steel Flowers – Kleptocracy

Forest


Alternative Metal
Red Cat Records

Gli Steel Flowers nascono nel 2002 nel milanese; dopo la gavetta fatta di cover ed un iniziale adesione allom street/hard rock, che trova il suo distillato nel disco del 2009 “12 Tales From The Life Of Mr Someone”, la band si evolve vesro una direzione più moderna, vicine al crossover e al mondo alternative metal.
Nel 2015 vede la luce il secondo lavoro “Kleptocracy”, concept album sulla moralità delle masse, inclini al cinismo e al pensiero unico, e sull’ineluttabilità del destino individuale in tale società.
Detto ciò, nonostante le buone intenzioni e capacità, posso dire che questo è uno dei dischi che ho fatto più fatica ad ascoltare. E tutto per la prestazione del vocalist Riz.
Saranno gusti puramente personali, ma la ricerca “forzata” della multiformità del cantante non trova risultati che io possa definire apprezzabili, e la registrazione non rende le cose migliori.
A tratti si ha l’impressione che il cantante sia fuori dalla porta a urlare, più che in sala a registrare; tra growl sgraziati, passaggi in simil pig-squeal e gorgheggi alla Axl Rose (stile in cui riesce decisamente meglio), le linee vocali non esaltano.
Anche il continuo “rimescolamento” stilistico a volte risulta forzoso: la musica passa da un metal groove a pezzi più alternative, passando per una buona dose di influenze blues e funky e per arrangiamenti orchestrali a sprazzi industrial.
Decisamente troppi ingredienti per un risultato che alla fine è dispersivo, in cui anche le buone idee (e ce ne sono) naufragano.
L’eclettismo va bene, ma richiede anche misura nel dosare e una capacità di scrittura attenta e oculata.
A sentire le canzoni, direi che le cose migliori sono ancora quelle più legate al mondo street/hard/funky; l’evoluzione del combo è ancora al di là dall’essere compiuta.
Cari Steel Flowers, ci risentiamo alla prossima.

Tracklist:

01. Oxymoron 4991
02. Pauper
03. I'll Kick Your Ass
04. Hallways Of Illusion
05. Break My Blues
06. Tired & Bored
07. Ruled By Evil Men
08. Workin'Monkey
09. R.I.P.
10. Tank Man


Contatti e Social Media per Steel Flowers


Potrebbero interessarti anche...