Tragodia – Theomachy

Forest
2012
Full Length
Heavy/Gothic Metal
My Graveyard Productions

A cinque anni di distanza dal loro esordio discografico “The Promethean Legacy”, tornano i bresciani Tragodia, con un lavoro ambizioso ed intrigante. Masterizzato ai noti Finnvox Studio di Helsinki, “Theomachy” mette in mostra una gamma sonora variegata che mescola robusto metal dal taglio moderno con slanci progressivi, il tutto reso maestoso dagli arrangiamenti gotico-sinfonici, con la presenza di un valido quartetto d’archi in ben sette brani. Difficile preferire un brano all’altro, poiché ognuno possiede una propria anima, in grado di elargire svariate sensazioni. Ecco allora i tratti moderni che segnano l’opener “The Siege”, che coniuga alla perfezione melodia ed aggressività, oppure le atmosfere avvolgenti di “The Eve Of The End” (impreziosita alla voce dall’ospite P.D. Schunke dei Van Canto) con il suo efficace refrain e poi ancora la stimolante “The Fields Of Yore”, l’irrequieta “Iceberg” o la palpitante “By The Gates Of Oblivion”. Brillante la prestazione del vocalist Luca Meloni, come pure il guitar-works incisivo e corrosivo di Francesco Lupi e Riccardo Tonoli, che penetra a fondo, come nella roboante “Tentacles”. Le sorprese sono dietro l’angolo nella multiforme “The Stones Of Uruk”, ricca di orchestrazioni che tengono a bada l’irruenza della sezione ritmica della coppia Palermo/Valseriati, che incalza nella suggestiva “Mother Wisdom, Father War” ed è sempre pronta ad esplodere, come nella camaleontica “Once We Were Titans”. Tutto scorre come un fiume in piena, in un caleidoscopio di note, colori ed emozioni, fino alla muscolare conclusione che porta il nome di “Barbarian Pride”. Egregiamente prodotto, dall’inossidabile My Graveyard Productions, in un lussuoso packaging a forma di libro, “Theomachy” è un disco fresco, vario, romantico, decadente e carico di groove.

Tracklist:

01. The Siege
02. Tentacles
03. The Eve Of The End
04. The Stones Of Uruk
05. Mother Wisdom, Father War
06. Iceberg
07. Once We Were Titans
08. The Fields Of Yore
09. By The Gates Of Oblivion
10. Barbarian Pride


Contatti e Social Media per Tragodia


Potrebbero interessarti anche...