Anno Mundi – esce il nuovo album “Rock In A Danger Zone”


Il 15 dicembre 2018 è uscito l’album “Rock In A Danger Zone”, degli ANNO MUNDI, hard rock band di Roma, forte di un organico completamente rinnovato che vede sempre più saldo il sodalizio tra i due fondatori e il prezioso ingresso di membri dei progsters INGRANAGGI DELLA VALLE e degli epici MARTIRIA.

L’album viene pubblicato soltanto in vinile. Una versione promozionale dello stesso è disponibile in formato mp3, da richiedere alla band all’email annomundigroup@gmail.com o scaricabile al seguente link: https://1drv.ms/f/s!Ar9cX3goys3qmUs-6ZzTvHORvrl-

Gli ANNO MUNDI pubblicano l’album “Rock In A Danger Zone”, ritorno discografico che rappresenta un tuffo nei risvolti del migliore hard rock di stampo seventies. Con questa nuova uscita discografica, il gruppo si riappropria del suo spazio vitale, tra atmosfere vintage, sapore settantiano e sporadiche sperimentazioni.

L’album – registrato e prodotto a Roma, presso i “3 Fates Recording Studios” di proprietà degli EZRA WINSTON (sound engineer: Paolo Lucini), con appendici successive registrate presso i MIA Studios e la Bottega Del Suono (sound engineer: Fabio Lanciotti) – presenta uno spettro di sonorità da sempre consono alla band: dalle canoniche influenze sabbathiane di “Searching The Faith” ai barlumi di epic metal di “Megas Alexandros”, passando per l’hard rock di stampo classico di “Pending Trial”, le influenze hard southern di “Blackfoot”, le sperimentazioni cosmiche di “Dark Matter: Nibiru’s Orbit”, la fugace incursione prog di “Tribute To Erich Zann”.

Il disco contiene anche una cover dei Kiss e un medley registrato dal vivo al festival RoMetal del settembre 2014.

L’attuale formazione include il tastierista Mattia Liberati e il bassista Flavio Gonnellini (entrambi membri fondatori dei progsters INGRANAGGI DELLA VALLE) e il cantante Federico “Freddy Rising” Giuntoli, attivo fin dalla fine degli anni ’70 nella scena capitolina (in passato, tra gli altri, con i MARTIRIA).

Completano l’organico i due fondatori della band, Alessio Secondini Morelli (chitarre) e Gianluca Livi (batteria).

Due le special guest: il bassista Emiliano Laglia e il chitarrista Massimiliano Fabrizi.

Nel 2019, il quintetto sarà protagonista di un’altra uscita discografica, al momento senza titolo, che sarà pubblicata nei formati CD e LP dalla genovese Black Widow Records, stessa label dei citati Ingranaggi della Valle.

L’edizione in vinile

Per espressa volontà del gruppo, l’opera viene pubblicata soltanto in vinile, in una tiratura di 300 copie numerate, complete di inserto con foto e testi.

Di queste, le prime 100 copie sono stampate in una limited edition comprendente calendario degli Anno Mundi e riproduzione della copertina autografata dai membri della band.

Alcune informazioni:

una versione edit di “Pending Trial” è già stata pubblicata nella compilation “Metal Years Vol. 1” (2015, Ace Records). Quella presente nel disco è di doppia durata, con arrangiamenti e mixing totalmente rinnovati;
il brano “Blackfoot” omaggia chiaramente i Blackfoot, band americana composta per tre quarti da indiani pellerossa, tra i primi, alla fine degli anni ’70, a fondere efficacemente Hard Rock e Southern;
la cover di “Fanfare” (brano pubblicato dai Kiss nell’album “Music From The Elder”) è stata originariamente incisa dagli Anno Mundi nel 2014, per il CD tributo allegato al volume “Kissed By Kiss” (Celtic Moon Edizioni). La versione presente nell’LP è inedita, presentando contributi alla tastiera suonati da Mattia Liberati, in precedenza assenti. Gli Anno Mundi hanno trasformato l’unico episodio “orchestrale” dell’intero repertorio dei Kiss, in un brano hard rock dai toni fortemente epici;
il brano dal vivo che chiude il disco è un lungo medley registrato nel settembre del 2014, al RoMetal, festival heavy della Capitale. Comprende, in chiave totalmente rivisitata, estratti dei brani “Shining Darkness”, “Dwarf Planet”, “Timelord” e “God Of The Sun”, tutti presenti in “Cloister Graveyard In The Snow”, esordio discografico della band.
“Megas Alexandros”, è un brano epico dedicato ad Alessandro Magno, antico re di Macedonia vissuto tra il 356 e il 323 a.C.. La band si misura per la prima con testi di carattere storico e sonorità di stampo epico, sempre legate alla matrice sabbathiana che la contraddistingue.
La breve intro “Tribute to Erich Zann” omaggia il racconto “The Music of Erich Zann”, di Howard Phillips Lovecraft, scritto nel dicembre del 1921. Erich Zann, suonatore di viola muto, ogni notte esegue brani vagamente simili a “fughe”, d’inaudita forza espressiva. L’immaginario narratore cerca di scoprire quale inquietante mistero si nasconda dietro quel misterioso musicista e le sue vorticose composizioni.
Le cosmiche incursioni del gruppo in “Dark Matter (Nibiru’s Orbit)” si riferiscono al pianeta Nibiru che, per gli antichi popoli mesopotamici, era il corpo celeste associato al dio Marduk.

Anno Mundi:

Federico Giuntoli: vocals

Alessio Secondini Morelli: electric guitars, effects, bk vocals

Flavio Gonnellini: bass

Mattia Liberati: keyboards

Gianluca Livi: drums, percussions

Special guests:

Emiliano Laglia: bass (“Fanfare” and “Live Medley”)

Massimiliano Fabrizi: mandola (“In the Saloon”)

Tracklist:

Side A

1 – In the saloon (1:14)

2 – Blackfoot (4:10)

3 – Megas Alexandros (7:50)

4 – Dark Matter (Nibiru’s Orbit) (1:34)

5 – Searching The Faith (5:58)

Side B

1 – Tribute To Erich Zann (0:36)

2 – Pending Trial (8:36)

3 – Fanfare (2:09)

4 – Live Medley (10:50)

a) – Shining Darkness

b) – Dwarf Planet

c) – Timelord

d) – God Of The Sun

Contatti:

e-mail: annomundigroup@gmail.com

ReverbNation: http://www.reverbnation.com/annomundi

FaceBook: http://www.facebook.com/annomunditheband

Discografia:
2011 – Cloister Graveyard in the Snow – LP
2013 – Window in Time – EP
2013 – Window in Time – CD (contiene, in unico cd, i due vinili precedenti)
2014 – Kissed by Kiss (Various Artists) – CD/Book (contiene “Fanfare”, unreleased version)
2015 – Metal Years (Various Artists) – CD/LP (contiene “Pending Trial”, edit version)
2018 – Rock in a Danger Zone – LP

fonte: comunicato stampa


Contatti e Social Media per Anno Mundi