Daylight Silence – Threshold Of Time

Forest
2018
CD
Heavy Metal
Red Cat Records

Cinque disperati, cinque “volontari” reclutati per un esperimento inaudito, il test di una cronosfera destinata a saltare aventi e indietro nello spazio e nel tempo per raccogliere risorse per un governo planetario totalitario, che soffoca nel sangue scontento e rivolte.

Il progetto top secret “Daylight Silence”, però, si rivelò un fallimento; la cronosfera cominciò a rimbalzare tra le dimensioni e il tempo, senza più tornare indietro.

L’unica cosa rimasta da fare era suonare insieme, fino alla fortuita fermata agli Apocalypse Studio di Roma, dove i nostri hanno registrato la loro avventura in musica, ed è la nascita di “Threshold Of Time”.

Meta-musica? Confini della finzione che sfumano nella realtà?

I nostri cinque musicisti “escono” dal loro stesso disco, personaggi e autori insieme di un viaggio spazio-tempo scritto e suonato con gusto ottantiano, old-fashioned e trascinante.

Earl Von Braun (voce / comandante / terrorista), Mr. Wolf (batteria / meccanico / dinamitardo), M.T. Drake (chitarra / tecnico / hacker), Doctor X (basso / medico / ladro); El Diablo (chitarra / pilota / assassino) hanno probabilmente avuto molto tempo nel loro viaggio per affinare le composizioni;

il metallo fortemente venato di metal americano e inglese si è ricavato piano piano una spazio fisso nella mia scaletta di ascolto…

Il viaggio inizia con una rocciosa mid-tempo, “The Power Of Speech”, dedicata al potere della parola e alla libertà di espressione, temuta e osteggiata da chi vuole tenere il popolo sotto il proprio tacco. Se vedi uno schiavo che dorme, non svegliarlo, sta sognando la libertà… se vedi uno schivo che dorme, sveglialo e insegnagli cos’è la libertà. Questo il messaggio in fondo a “Dreaming of freedom”, e la libertà porta a vivere insieme, diversi ma uniti “Live As One”. Il metallo dei Daylight Silence scopre un piglio progressivo e aperto, con un soffuso tappeto di tastiere e un riff ficcante.

Con “Falling to the ground” ci inoltriamo nei territori delle power ballad malinconiche, fatte di amori finiti, tristezza e rabbia… mi piace! Ma mi piace ancor di più “Making up my mind”, follia incipiente e pulsioni omicide ( forse una citazione di Dexter?), metallo americano di quello buono, Savatage d’antan e Loudness…e nelle stesse coordinate si muove “Someone I Know”. Altra power ballad , “Sleep”, prima della conclusiva title track, più orientata ad un power con venature progressive.

Senza far gridare al miracolo, i Daylight Silence confezionano un debutto solido e godibilissimo, fresco e vitale pur conservando inevitabili rimandi al passato. Bravi!

Tracklist:

01. The power of speech
02. Dreaming of freedom
03. Live as one
04. Falling to the ground
05. Making up my mind
06. Someone I know
07. Sleep
08. Threshold of time


Potrebbero interessarti anche...